Il Ruolo Fondamentale del Caregiver nell'Affrontare il Cancro: Un Sostegno Inestimabile per i Pazienti

Indice dei contenuti

Il cancro è una malattia che colpisce non solo il corpo ma anche l'anima, portando con sé una serie di sfide fisiche ed emotive. In questo difficile percorso di cura, il ruolo del caregiver, o assistente alla persona malata, diventa essenziale. Il caregiver è una figura preziosa che offre supporto e conforto ai pazienti oncologici, aiutandoli ad affrontare la malattia in modo più sereno e dignitoso. In questo articolo, esploreremo chi è il caregiver, di cosa si occupa e perché è così cruciale nel percorso di cura del cancro.

Chi è il Caregiver?

Il caregiver è una persona che si prende cura di un familiare o di un amico affetto da cancro. Possono essere coniugi, figli, genitori, amici o altre persone a cui è legato il paziente. Il loro ruolo non è semplicemente assistenziale ma comprende un profondo coinvolgimento emotivo. I caregiver si dedicano a garantire che il paziente riceva il miglior supporto possibile, sia dal punto di vista pratico che emotivo.

Di Cosa si Occupa il Caregiver?

Il caregiver si occupa di una vasta gamma di compiti per garantire il benessere del paziente:

  1. Assistenza fisica: Aiutano il paziente con le attività quotidiane come il vestirsi, il mangiare e l'igiene personale, in base alla situazione più o meno grave che ci si ritrova ad affrontare.
  2. Supporto emotivo: Offrono conforto e comprensione in momenti di paura, ansia e tristezza. Ascoltano il paziente e forniscono un sostegno emotivo prezioso, seppur loro stessi ne hanno bisogno, in quanto emotivamente coinvolti. E molto spesso proprio per questo motivo, cadono nella trappola di mettersi in disparte e non chiedere aiuto, in quanto credono di non essere loro la priorità.
  3. Gestione delle terapie: Mantengono traccia degli appuntamenti medici, della somministrazione dei farmaci e dei trattamenti, garantendo che tutto sia fatto correttamente. E molto spesso sono loro che si informano per conto del paziente, fanno ricerca di nuove strade o nuove terapie e fanno da stimolo e da incentivo, seppur non sempre vengono ascoltati. Aiutano i loro “curati” a comprendere le opzioni di trattamento, ad ottenere una seconda opinione e ad affrontare l’amministrazione la burocrazia legate alla cura.

Prenota una consulenza con Mara Mussoni

La Dott.ssa Mara Mussoni è una professionista con oltre 20 anni di esperienza nel coaching one-to-one con pazienti affetti da malattie. Ha creato un Master in Coaching Oncologico che ha aiutato numerosi professionisti del settore della salute e dell'assistenza ad affrontare le sfide legate alla malattia, evitando il burnout. La Dott.ssa Mussoni ha pubblicato libri e articoli sull'argomento, dimostrando il suo impegno nel migliorare la vita dei pazienti oltre alla loro cura medica.

Prenota una consulenza

Perché il Caregiver è Cruciale nel Percorso di Cura del Cancro?

Il caregiver svolge un ruolo fondamentale nel percorso di cura del cancro per diverse ragioni:

  1. Sostegno emotivo: Il cancro può causare un'enorme turbamento emotivo sia per il paziente che per i familiari. Il caregiver offre ascolto,  comprensione e conforto in momenti difficili,  e per questo molto spesso cade in un burn out emotivo, in quanto non ha strumenti di gestione e di comunicazione efficace.
  2. Miglioramento della qualità della vita: Grazie all'assistenza del caregiver, il paziente può da una parte concentrarsi sulla sua guarigione, riducendo lo stress legato a compiti quotidiani e pratici, dall’altra rischia però di adagiarsi e di non prendersi la propria responsabilità. Ecco perché l’assistenza da parte del caregiver andrebbe fatta, sapendo quali sono le dinamiche che scattano a livello inconscio fra i due.
  3. Coordinazione della cura: Il caregiver aiuta a garantire che il paziente riceva i trattamenti necessari in modo tempestivo e appropriato.
  4. Riduzione dell'isolamento: Il caregiver combatte il senso di isolamento che il paziente potrebbe provare, aiutandolo a rimanere connesso con il mondo esterno.

In conclusione, il caregiver è una figura indispensabile nel percorso di cura del cancro. La loro dedizione, supporto e amore sono un pilastro per i pazienti, aiutandoli ad affrontare la malattia con coraggio e dignità. Pertanto a tutti i caregiver, va riconosciuto un enorme valore ed un’immensa gratitudine per il ruolo straordinario e l'amore inestimabile che portano nella vita dei pazienti affetti da cancro, e proprio per questo serve che loro si rendano consapevoli che caregiver non si nasce, ma si diventa e a volte, la maggior parte delle volte, non è una scelta consapevole, ma dettata dalle circostanze. Pertanto per svolgere questo compito con la massima efficacia, per entrambe le parti, vanno apprese conoscenze e trasformate dinamiche che con il tempo rischiano di diventare disfunzionali sia per il paziente, che per il caregiver stesso. Quindi se anche tu, ti ritrovi in questa situazione e ti sei riconosciuto in tutte queste mansioni, e  senti il peso che le stesse creano, il messaggio è: inizia davvero a dare valore a ciò che fai e comprendi il limite di sopportazione, chiedendo tu stesso aiuto…Perché la pazienza quando oltrepassa il limite, cessa di essere una virtù e diventa autolesionismo.

Tu sei importante!

Mara Mussoni 

Cancer Coach 

www.cancercoach.it 

Prenota una consulenza
Vuoi parlare con OncoPrecision?
Invia richiesta di informazioni.
Il nostro team ti contatterà per approfondire il tuo caso e indirizzarti al giusto specialista.
Richiesta confermata!
Entro le prossime 48 ore, ti ricontatterà un membro del nostro staff.
Oops! Something went wrong while submitting the form.
Articoli correlati

Il ruolo chiave delle terapie integrate nel trattamento dei tumori: alimentazione, sport e meditazione

Arrow Up icon

Oncologia di Precisione: Differenze Tra Chemioterapia e Immunoterapia

Arrow Up icon

Prevenire e curare il tumore alla mammella grazie all’oncologia di precisione e ai test genetici

Arrow Up icon

Ci aiutano a scrivere i nostri contenuti

I nostri esperti
Oncologia
Oncologia Medica

Sergio Del Bianco

ONCOLOGO MEDICO, DIRETTORE SCIENTIFICO
Il dottor Sergio del Bianco si appassiona sin da subito all'Oncologia realizzando che l'impiego di farmaci nella Terapia dei Tumori sarebbero stati la nuova frontiera nella loro Cura. Specializzato in Oncologia Medica, si occupa principalmente del
Dr. Umberto Tirelli
Oncologia Medica

Umberto Tirelli

ONCOLOGO MEDICO, CONDIRETTORE SCIENTIFICO
Il dottor Umberto Tirelli è un rinomato scienziato italiano con oltre 600 pubblicazioni scientifiche su riviste mediche nazionali ed internazionali. Ha ricevuto numerosi premi per la sua alta conoscenza scientifica e il suo impegno nella ricerca medica. Le sue principali aree di ricerca includono lo studio dei tumori dell'anziano, dei tumori in AIDS, della Sindrome da Fatica Cronica, dei rapporti fra ambiente e tumori e molto altro. È membro di diverse società scientifiche nazionali ed internazionali ed è Commendatore della Repubblica per meriti scientifici.
Dr. Giulio Patruno
Urologia
Oncologia

Giulio Patruno

UROLOGO ONCOLOGO
Il dottor Giulio Patruno è un medico con una lunga carriera dedicata all'espansione delle conoscenze nell'ambito dell'urologia. Il suo impegno costante verso l'aggiornamento delle tecniche e la ricerca lo ha portato a diventare una figura di spicco nella sua specialità anche grazie all’utilizzo quotidiano della chirurgia robotica.Attualmente, presta servizio presso l'Ospedale San Giovanni Addolorata di Roma, dove continua a contribuire al campo dell'urologia con la sua vasta esperienza e le sue ricerche.